domenica 17 dicembre 2017

Missione scova regali

In questa diciassettesima finestra da che parte state?

Regali

Pro attesa paziente                                                                            Pro curiosità impellente


"...Adesso, di nuovo nella casa colonica, il nonno partì con un disegno preciso in testa, fase preliminare dell'esecuzione di un'altra missione segreta. Io cercavo a ogni costo di stargli dietro, ma le mie gambe corte dovevano fare due passi per ciascuna delle sue ed eleganti falcate. Non ci fermammo fino a che non fummo davanti all'armadio della camera degli ospiti. Senza dire una parola, il nonno aprì l'anta e tirò fuori dall'angolo in fondo un regalo incartato.
« La prima cosa che un aficionado del Natale deve imparare », disse risoluto, « è che i bei regali non vanno mai sotto l'albero prima della mattina di Natale. »
Spalancai gli occhi quando, nel ritirare il braccio, urtò il cesto della biancheria e si materializzò un altro regalo, questa volta leggermente più grande del primo.
« Ooh, la nonna sta diventando furba », ridacchiò evidentemente orgoglioso di se stesso.  Quattro regali più tardi smise di rovistare. « Okay, Eddie adesso questo avvicinatelo all'orecchio. Cosa pensi che sia? »
Presi il pacchetto, attento a non strappare la carta da regalo o rovinare il fiocco. L'etichetta sul davanti diceva: « Per il nonno dalla nonna » . Lo tenni all'orecchio, incerto su cosa avrei esattamente dovuto sentire. « Hmmm... » Feci finta di soppesare mentalmente varie opzioni, sebbene la verità fosse che non ne avevo neanche una. « Non so. Veramente non sento un granché. »
« Fammi fare un tentativo », disse, a stento capace di controllare la propria eccitazione.
Gli porsi il pacchetto e se lo avvicinò di lato alla testa. Chiuse gli occhi, lo scosse leggermente, fece una pausa, poi annunciò il verdetto: « E' una giacca invernale. Marrone».
« Davvero? » Ero sconcertato. « Come fai a saperlo? »
« Lo sento. Ora passami quello lì. »
Presi il pacchetto rettangolare, glielo misi in quelle smisurate manone e lo osservai ripetere la medesima procedura: ascoltare, scuotere, pausa, verdetto.
« Questo è un ferro arricciacapelli. Uno di quelli costosi, con lo spegnimento automatico.»
Ero sbalordito. Non per l'arricciacapelli, ma nel constatare la sicurezza ostentata del nonno. Non un'ombra di dubbio nella voce..." 
Un maglione per Natale
Glenn Beck
Traduzione Silvia Bini

Buon Natale!

Passo il testimone a Verbena Simple life in Tuscany

domenica 3 dicembre 2017

Il libro misterioso

Terza finestra primo gioco


 Da quale libro è stata estrapolata la seguente citazione?
« ...durante una vigilia di Natale, qualche anno prima, io e il nonno ci eravamo ritrovati da soli. Mio padre era ancora al forno a finire di preparare i croissant e i dolci che di lì a poco avrebbero suscitato "ooh" e "ahh" intorno alle tavole di tutta la città. La mamma e la nonna erano andate in chiesa. Di solito si trascinavano dietro anche me e il nonno, ma quell'anno Natale era di lunedì e in qualche modo lui le aveva convinte che la messa dell'indomani sarebbe valsa per entrambi i giorni. Avevo un sacco di cosa da imparare da lui... »
La soluzione domani in questo post con la quarta finestra del Calendario dell'Avvento del Focolare dell'Anima

Lunedì 4 dicembre 2017

Quarta finestra soluzione del primo gioco


Eddie è un dodicenne che desidera una bicicletta per Natale, si rivolge a Dio e lo prega
« Signore so che è passato tanto tempo da quando mi sono rivolto a te l'ultima volta e mi dispiace.
Con tutto quanto è avvenuto è stato difficile trovare le parole.
Mamma continua a ripetermi che tu ci guardi dall'alto, anche nei momenti duri. Le credo, ma qualche volta è complicato comprendere perché tu abbia potuto permettere che ci accadessero tutte queste cose.
So che la mamma lavora tanto e che i soldi sono pochi, ma Dio ti prego, se solo potessi avere una bici per Natale, tutto andrebbe meglio. Farò quello che vuoi per dimostrarti che me la merito. Andrò in chiesa. Studierò tanto. Sarò un bravo figlio.
Me la meriterò. »
Suo padre un maestro artigiano fornaio è morto e la madre è costretta a cedere il forno di famiglia, il City Bakery costruito nell'Ottocento. I problemi economici che derivano dalla situazione impediscono a Eddie di avere in dono la tanto desiderata bici Huffy rossa con il sellino nero da cross, al suo posto riceve un maglione che per molti anni rimarrà riposto sul piano più alto dell'armadio, anni difficili che gli serviranno per capire quanto amore ci fosse nella trama di quel maglione.


Un maglione per Natale scritto da Glenn Beck, pubblicato in Italia dalla Corbaccio con la traduzione di Silvia Bini.

Verbena complimenti hai indovinato.


ATTENZIONE: Una pericolosa spargitrice seriale di indizi è a piede libero e circola indisturbata nella rete

La prossima finestra sarà aperta da Graziana. Vi aspetta nel suo blog Attimi

venerdì 1 dicembre 2017